Lo stile visual kei è un movimento culturale, caratterizzato dall'uso dei look più eccentrico, a volte superando i limiti del grottesco: Il culto dell'immagine spinta al freak più estremi.

La musica visuale era l'origine di questo stile, e ha avuto il suo apogeo negli anni '80 e '90 nelle principali città in Giappone. L'esempio più significativo può essere il gruppo X-Japan. Questo tipo di musica è quasi esclusivamente goth atmosfera e l'azione, il tono e gli assoli di chitarra heavy metal, e il ritmo e la batteria del punk britannico. La grande novità è l'estetica visiva di questi gruppi, che rompe il senso di massa della conservatrice società giapponese e dà il cantante individualità impressionante.

Lo stile visivo comprende trucco pesante, acconciature elaborate e stravaganti abiti.

Cultura Il visual kei è ora parte di una moda giovanile giapponese: i capelli punk, chili di trucco e abiti bizzarri che vanno dalla pelle e vinile in stile sado-masochista, anche i più raffinati abiti di pizzo tirato secolo Romanticismo europeo XVIII.

Ci sono alcuni che addirittura prendere il visual kei come un modo di vita come uno stile androgino, molti lo prendono come fine a se stesso: "Siamo tutti ombre astratte senza forma, senza differenze tra uomini e donne Avete il diritto di amare. chi vuoi, perché gli uomini e le donne sono uguali ".

Gli uomini mostrano il loro lato femminile, e le donne sono liberati dalla loro sessualità all'infanzia. L'ambiguità visual kei sessuale rende l'obiettivo, in modo che il visuali generalmente bisessuali, gay liberali e diritto.

Stereotipi Anche se lo stile visivo chiamate per la varietà e che ogni individuo è unico, i giapponesi non poteva così facilmente liberarsi di secoli di uniformità.

Così possiamo trovare alcuni stili molto stereotipato nella varietà infinita di Visual kei. Sottoculture visive sono di solito associati a uno stile musicale.

Kote Kote Kei: Questo stile è più tipico di Visual, stile oscuro e androgino in cui gli uomini utilizzati corsetti, scarpe alte piattaforme, bretelle, ecc. in pelle e vinile ... e un trucco molto esagerata. Alcune di queste bande sono: GHOST, Phantasmagoria, e così via.

Il Visual Kei è un movimento in crescita, sia in Giappone e nel resto del mondo. Sebbene la maggior parte delle band in questo movimento sono stati relegati alla scena indie, ci sono altri che hanno raggiunto fama e stanno iniziando a tour negli Stati Uniti e in Europa...

 

Elegante kei gotica: E 'il più stile potrebbe essere simile "goth classica" europea. La musica ha molti tocchi di musica classica (violino, pianoforte) e gli abiti sono eleganti, in stile romantico. L'abito ragazze look "Lolita", simulando le vecchie bambole di porcellana, ma con un trucco scuro. I ragazzi sono vestiti come "aristocratico", con un aspetto opposto all'innocenza dell'infanzia e cercare di fingere le ragazze. E 'lo stile più di moda uno stile di musica, ma potrebbero essere inclusi qui Malice Mizer e Moi Dix Mois.

Eroguro kei: Eroguro è una semplificazione di "erotique e grottesco". Il trucco utilizzato per rendere più brutto l'artista e la musica è molto radicale. Si avvicina molto allo stile di Marilyn Manson e compagnia. Gli esempi includono Kagerou e The Piassa

Oshare kei: Come traduzione letterale della moda consapevole stile. Il Oshare raggiunto il suo picco all'inizio del 2001, quando un gruppo chiamato barocco dà un tocco nuovo al movimento visual kei, lasciando da parte un po 'di trucco e suoni scuri che usate per ascoltare: l'estetica tende ad essere più vivace e colorato e sono più commerciali. Possiamo includere: ecco un Antique Cafe.

Kei Bianco: Si potrebbe dire che sono i miti sottogruppo visual kei. Alcuni dicono che viene da Oshare, e altri la considerano un genere visivo inquinato da pop commerciale. Ha la particolarità che il cantante è femmina, e di solito è vestita di bianco. Possiamo includere qui e Baiser D'ARIA.

Intorno allo stile Visual Kei giapponese si è creata una grande industria che va dalle compagnie discografiche che lanciano verso il successo i differenti gruppi musicali, agli editori di riviste, passando per i produttori specializzati in capi di vestiario di questo originale movimento quasi androgino.

I truccatori lavorano duramente per ottenere risultati adeguati e gli stilisti dei gruppi si danno da fare per rinnovare continuamente questo look grottesco: Il Visual kei è uno stile in auge.

Il termine si utilizzava già verso la metà degli anni Novanta, e faceva riferimento ai gruppi musicali urbani del Giappone. Tali gruppi costituivano la cosiddetta "livehouse scene" e anche se tutto iniziò come uno stile musicale, oggi il visual kei fa riferimento a uno stile visuale, all’aspetto e all’estetica.

Si tratta di un’immagine molto provocante e ribelle, con acconciature trasgressive che addirittura scandalizzano gli sguardi più tradizionali, e trucchi audaci ed eccentrici.

Non è uno stile adatto per le persone timide, in quanto chi segue i differenti stili visual kei è sempre al centro dell’attenzione ovunque vada.

Tagli visual kei
Acconciature visual kei Pettinature visual kei

Pagina iniziale


Autor: Bruno